Home » APE O CASACLIMA ?

APE O CASACLIMA ?

Differenze tra le due certificazioni

Differenze tra le due certificazioni - CASEDELFUTURO

 

 

Allo stato attuale in Italia convivono diverse tipologie di certificazione energetica,da una parte l'Attestato di Prestazione Energetica(APE),obbligatoria per legge e disciplinata dai decreti legislativi 63/2013,311/06 e 192/05,dall'altra le certificazioni energetiche volontarie,tra le quali la Certificazione CasaClima e' la piu' conosciuta.

 

Volendo riassumerne le principali differenze,non possiamo che partire dal controllo del progetto e dei documenti a supporto dei parametri tecnici,validi ai fini del calcolo energetico,che non e' previsto per l'APE,mentre e' obbligatorio per CasaClima.

 

L'Agenzia CasaClima infatti,prima di autorizzare l'utilizzo del logo e avviare la pratica di certificazione,richiede tutta la documentazione e si riserva,su questa,di ottenere eventuali integrazioni ed adeguamenti.

 

Del resto e' difficile garantire elevate prestazioni se non si parte da precise decisioni ed indicazioni in fase progettuale.

  

La pratica di Certificazione CasaClima prosegue richiedendo una estesa documentazione fotografica,comprovante la corrispondenza tra quanto previsto a progetto e quanto effettivamente realizzato e prevede minimo due sopralluoghi in fase di realizzazione in cantiere.

  

Per l'APE invece non c'e' alcuna prescrizione in merito ed essa consente che si possano rilasciare certificazioni senza sopralluoghi in cantiere.

 

Riguardo gli aspetti piu' tecnici,il Protocollo CasaClima prevede che tutti i ponti termici siano risolti,mentre l'APE consente che siano semplicemente calcolati.

 

Per capire la differenza abissale tra i due approcci occorre definire cosa siano i ponti termici e che conseguenze comportino.

 

I ponti termici sono i luoghi di discontinuita' costruttiva nei quali il caldo ed il freddo passano con maggior facilita'.

  

Chi ha avuto esperienza di muffe in casa,ne ha sentito parlare come i responsabili delle stesse. 

 

E sono responsabili anche della grande fuoriuscita di calore che paghiamo nei mesi invernali !

 

E' chiaro quindi che per avere una casa salubre,ed effettivamente efficiente dal punto di vista energetico,questi ponti termici vanno assolutamente corretti.

 

Analizziamo infine il requisito di indipendenza del Certificatore energetico:per la legge nazionale e' sufficiente che questa venga dichiarata sul certificato (APE).

 

E' evidente che il conflitto di interesse e' solo documentalmente risolto,visto che il venditore incarica e paga direttamente il Certificatore.

  

CasaClima,invece,e' un'Agenzia con controllo pubblico che verifica direttamente la documentazione ed incarica un verificatore per i sopralluoghi in cantiere,garantisce quindi,quale ente terzo,il rispetto dei principi di efficienza energetica.

 

Da tutto cio' risulta che il valore delle due certificazioni,in termini di qualita'

dell'abitare percepita e di consumi energetici effettivi,e' completamente

diverso !